Top

Chiude ‘Informazione e sistemi editoriali’ a Tor Vergata: proteste degli studenti

maggio 12, 2009 di Redazione 

Nonostante l’alto numero di iscritti ogni anno e una percentuale di lau- reati sopra la media nazionale, il corso – per effetto indiretto della riforma Gelmini - verrà congelato e poi accorpato a Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Gli studenti (e non solo) sono in rivolta. Sentiamo.

-

di Laura LIUCCI

Malgrado l’opposizione di quasi tutti i rappresentanti degli studenti, di decine di ragazzi che hanno preteso di essere presenti alla votazione in consiglio di facoltà, e di pochi determinati professori, da ieri pomeriggio il corso di laurea magistrale in “Informazione e sistemi editoriali” non esiste più. Il prossimo anno verrà infatti «messo a tacere», secondo la definizione data in Consiglio da chi lo difende - non avrà dunque nuovi immatricolati, come momento di transizione – e dall’anno 2010-2011 verrà accorpato al corso di “Progettazione e gestione dei sistemi turistici”, in un intercorso il cui nome è difficile immaginare.

La logica dei tagli all’università dettata dalla riforma Gelmini aveva imposto alla facoltà di Lettere e Filosofia una riduzione del numero dei corsi magistrali. Il pericolo che alcuni corsi correvano era evidente a molti. In alcuni vi erano pochissimi iscritti, o un’alta percentuale di persone che non completavano il ciclo di studi. In altri la didattica non era coperta a sufficienza, e il numero di professori afferenti non soddisfaceva i requisiti minimi. Ma con un altissimo numero di iscritti l’anno, una percentuale di laureati in corso di circa il doppio della media nazionale, e un sufficiente numero di professori afferenti, i requisiti sembravano mettere ampiamente al sicuro questo corso.

Durante il Cdf di ieri mattina invece, malgrado le ripetute richieste di rinvio della votazione da parte dei rappresentati degli studenti e del presidente del corso, prof. Raul Mordenti, si è deciso di votare ugualmente. I ragazzi lamentavano la mancanza di informazioni in merito all’accorpamento e la velocità con cui si stava per prendere questa decisione. Ma soprattutto ci si interrogava circa i criteri con i quali si stesse chiedendo l’accorpamento di due corsi – Turismo ed Editoria – del tutto a sé stanti. Durante il consiglio, il preside Rino Lazzaro Caputo ha sostenuto la necessità dell’accorpamento, la volontà di tutelare ogni corso, e l’impegno nel mettersi a tavolino con gli studenti per meglio strutturare questo passaggio. Ma rifiutandosi categoricamente di rinviare la votazione.

Lunedì 11 maggio l’on. Vincenzo Vita (Pd) ha presentato un’interrogazione al Ministro dell’Istruzione e dell’Università Mariastella Gelmini in merito alla vicenda. Nella nota si legge: «E’ incomprensibile la decisione di sopprimere il corso di Laurea Magistrale in Informazione e sistemi editoriali dell’Università di Roma Tor Vergata che rappresenta un vero fiore all’occhiello della Facoltà per numero d’iscritti e laureati nonché per la qualità didattica. Il Ministro Gelmini venga a riferire su quanto di sua competenza». E ieri Luisa Capelli, candidata alle Europee per l’Idv, ha dichiarato: «Si tratta di un vero e proprio scandalo, essendo uno dei corsi più brillanti della Facoltà per numero d’iscritti (551 in 4 anni, tra i migliori risultati di tutti i Corsi della Facoltà), laureati (58,7 per cento nel biennio 2006/2008, percentuale superiore alla media nazionale) e per qualità della didattica». « Io non ci sto – prosegue – Metterò in campo tutte le iniziative di divulgazione e denuncia e sarebbe opportuno, anziché procedere a tagli indiscriminati nei bilanci di Università e Ricerca, come avvenuto con la 133, che il ministro Gelmini si occupasse di vigilare sull’efficace utilizzo dei fondi e sulla coerente organizzazione delle Facoltà e dei Corsi».

Laura Liucci

Commenti

One Response to “Chiude ‘Informazione e sistemi editoriali’ a Tor Vergata: proteste degli studenti”

  1. chiara on giugno 22nd, 2009 18.11

    Se vi può interessare a questo proposito e sull’ordine dei giornalisti, è uscito un articolo su Tafter al link http://www.tafter.it/2009/06/10/il-disordine-dei-giornalisti-no-ai-corsi-di-laurea-si-ai-master-a-pagamento/

    Spero possa essere un utile approfondimento

Bottom