Top

Pronostico elettorale. Ecco come andranno le Europee di M. Adinolfi

maggio 1, 2009 di Redazione 

Il giornale della politica italiana è, anche, una tribuna aperta sulla quale si confrontano - oltre ai protagonisti della nostra politica - alcune tra le maggiori firme del giornalismo politico italiano: Fabrizio Rondolino, Andrea Purgatori con la sua rubrica satirica che vedete qui affianco, seguitissima e apprezzatissima; il grande Paolo Guzzanti. Da oggi, anche uno tra i volti più valorosi del giornalismo televisivo degli ultimi quindici anni, l’ex direttore del Tg1 e ideatore e conduttore de “L’Infedele” Gad Lerner, di cui trovate il primo intervento – sull’accordo Fiat-Chrysler - qui sotto. A loro, aggiungiamo stasera il contributo di un giovane giornalista, notissimo blogger e dirigente politico, già candidato alla segreteria del Partito Democratico: Mario Adinolfi, che con la sua penna abile e graffiante traccia un pronostico dei possibili risultati delle Europee. Un gioco (ma non troppo), che vi invitiamo a seguire con grande attenzione.

Nella foto, Mario Adinolfi

di MARIO ADINOLFI

Fine settimana in cui affinare il gusto per la lettura degli scenari futuri. Le elezioni. Un mese e sapremo. Sapremo che fine farà il Pd, ad esempio. L’asticella è piazzata a quota 27%. Sotto, cioè sette punti sotto le politiche già infauste, il mio amico e ottimo segretario Dario Franceschini andrà a casa. Sotto il 23% il partito si becca subito una scissione (Rutelli ha già le valigie in mano) e di fatto si ri-trasforma nel Pds. Il dramma è che c’è qualcuno che ha nostalgia di quel partito lì e gufa. Enrico Letta che dice da noi a Red che Goffredo Bettini ora fa a Dario quel che non voleva fosse fatto a Walter, mi pare sia stato perfetto e veritiero. Liberati da Veltroni, adesso che qualcuno ci salvi dai veltroniani.

Altre considerazioni. Tutti guardano a Di Pietro per l’exploit delle prossime europee. Io penso che crescerà, ma poco. Sotto l’8% che si aspettano tutti e molto sotto la doppia cifra di cui è sicuro l’ex pm. La sorpresa sarà invece l’Udc di Casini che, zitta zitta, erode consenso ovunque: dal Pdl, dal Pd, nel sud ne prenderà anche all’Mpa sciaguratamente alleatosi con la destra post-fascista e con quello strano figuro di Francesco Pionati, in un fritto misto condito dai Pensionati di Fatuzzo che fa ridere dallo spavento. Ecco, l’8% lo fa lo scudocrociato e la doppia cifra la farà la Lega o si avvicinerà molto. Aiutata da un voto che le arriverà anche al centro e al sud, stavolta: certo, non un voto oceanico, ma quanto basta per farle scorgere l’ipotesi di una prospettiva da partito nazionale. Disastro in vista per le sinistre alla sinistra del Pd e per i radicali isolazionisti. Non supereranno lo sbarramento. Resta l’incognita Pdl: per me restano al di sotto del 40%, ma ci sono in giro sondaggi mirabolanti e dunque lo dico a bassa voce. Spero però che gli italiani diffidino dal consegnare un potere così immenso ad un uomo solo.

In sintesi, ecco il pronostico per le europee ad oggi.

Pdl 39.5%
Pd 27.5%
Lega 10%
Udc 8%
Idv 7%
Comunisti 3%
Sinistra e Libertà 2%
Destra+Mpa 2%
Radicali 1%

MARIO ADINOLFI

Commenti

2 Responses to “Pronostico elettorale. Ecco come andranno le Europee di M. Adinolfi

  1. ginevra76 on maggio 2nd, 2009 13.09

    Bell’acquisto, la firma di Adinolfi! Lo seguo sempre in tv, mi sembra una persona libera e una delle penne migliori del centrosinistra, che ha bisogno di gente nuova anche nel giornalismo. Complimenti.

  2. bob on maggio 26th, 2009 12.24

    Pronostico Europee 2009:

    PDL 34,3%
    PD 22,9%
    Lega 11,9%
    UDC 6,2%
    IdV 8,2%
    SeL 5,7%
    Comunisti 5,1%
    MpA-D 3%
    Radicali+Altri 2,7%

Bottom