Top

Europee ’09, intervista a Speroni: ‘In Europa ci siano pari condizioni’

marzo 17, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Comincia il percorso di avvicina- mento de il Politico.it al voto del prossimo giugno. Di qui alle set- timane che verranno ascolteremo rappresentanti di tutte le parti pronte a schierarsi alle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo. In questo primo giro d’ascolto cercheremo di capire innanzitutto com’è andata in Europa in questi cinque anni, quali idee ci si prepara a mettere in campo per il futuro e come verranno composte le liste. Partiamo con un pezzo da novanta degli ultimi quindici anni di politica italiana, esponente di primo piano della Lega, oggi eurodeputato, un tempo luogotenente di Bossi e titolare di un dicastero nel primo Governo Berlusconi: Francesco Enrico Speroni. Read more

Retroscena (ma non troppo…). Progetto di D’Alema: un Pd ‘più socialista’. E ora?

marzo 17, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La segreteria Franceschini ha rimesso in piedi il Partito democratico, dandogli un profilo netto che non sembra richiedere ulteriori aggiustamenti. E che può “accontentare” anche i malpancisti di sinistra. Tra questi, non è un mistero ci fosse l’ex presidente del Consiglio, pronto, si diceva, a lanciare un’opa (cominciata a dire il vero già con la costituzione di Red) sul nuovo partito per farlo svoltare a sinistra, o meglio in senso socialista. Nella prospettiva poi di un’alleanza con il centro cattolico dell’Udc più altri. Ipotesi tramontata? Ci ragioniamo su. Read more

Internazionale, segni di disgelo tra Cuba e Stati Uniti. Verso la fine dell’embargo?

marzo 17, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

L’ormai “lontana” (nel tempo) successione di Raul Castro al fratello Fidel e l’elezione del presidente Democratico aprono prospettive nuove nel rapporto tra lo stato socialista e l’America. Prospettive che si stanno concretizzando in una serie di misure “convergenti” da parte di entrambi i governi: disegno di legge per consentire ai cittadini cubani che vivono negli Stati Uniti di fare visita ai propri cari sull’isola senza limiti di tempo; sostituzione del potente ministro degli Esteri di Fidel, con Raul che prosegue nella rottura col passato. Ce ne parla Andrea Onori. Read more

Bottom