Top

Interpellanza del Pd sul “bonus famiglia”: escluderebbe i portatori di handicap soli

marzo 10, 2009 di Redazione 

Cioè quelli che non abbiano famigliari conviventi. Primo firmatario Franco Laratta, seguito da altri venti deputati Democratici. La richiesta al Ministro Tremonti. Ecco il testo dell’interpellanza.

-

Nella foto, 

una persona portatrice di handicap accompagnata da un famigliare

 

-

On. Laratta e altri 20 deputati Pd:
“Portatori di handicap esclusi dal Bonus famiglia”

Il parlamentare del Pd Franco Laratta è il primo firmatario dell’interpellanza urgente al governo con la quale i Democratici chiedono di sapere se il Ministro Tremonti è a conoscenza di come la norma sul bonus famiglie – così come interpretata nella circolare dell’Agenzia delle Entrate – esclude dal beneficio i portatori di handicap che siano l’unico componente il proprio nucleo familiare.
Si tratta, secondo Laratta e gli altri 20 deputati del Pd, di una norma decisamente discriminatoria e penalizzante per quei portatori di handicap che avessero la sventura di non avere familiari conviventi. Pertanto “si chiede al ministro Tremonti un intervento urgente per fare chiarezza sul tema”.

Ecco il nucleo dell’interpellanza:

“L’art. 1 del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, ha introdotto un “bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienti”.

La citata norma, al comma 3, lettera g), ha previsto che un beneficio di €. 1.000,00 spetti “al nucleo familiare con componenti portatori di handicap per i quali ricorrano le condizioni previste dall’articolo 12, comma 1, del citato Testo unico, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore a euro trentacinquemila”.

L’Agenzia delle Entrate, con Circolare n. 2/E del 3 febbraio 2009 ha fornito chiarimenti in ordine alle modalità applicative della disposizione in esame.
In particolare, con riferimento alla tipologia sopra enunciata, ha chiarito che “il riferimento generico ai componenti del nucleo familiare porta a ritenere che la norma in esame sia applicabile in tutti i casi in cui nel nucleo familiare sia presente il coniuge, un figlio o altro familiare ai sensi dell’art. 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, per i quali ricorre la condizione di persona fiscalmente a carico ai sensi dell’art. 12 del Tuir”.

Interpellanza dell’on. Franco Laratta firmata dagli on. S. Graziano, E. Farinone, L. Froner, M. Marchi, L. Ria, C. Trappolino, I. Argentin, M. Carra, S. Vassallo, G. Berretta, A. Schirru, G. Bucchino, D. Lenzi, S. Margiotta, G.Grassi, D.Lucà, S. Esposito, L. De Torre, M. Novelli, P. Baretta, S. Brandolino

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom