Top

Giulia Innocenzi, nuovo post: ‘Crisi economica, ci affidiamo agli Usa?’

gennaio 29, 2009 di Redazione 

Seconda pagina del diario politico della giovane esponente Radicale già candidata alla segreteria dei Giovani Democratici. Giulia si chiede che fine abbiano fatto gli organismi internazionali che, oggi, dovrebbero occuparsi di affrontare i problemi dell’economia mondiale.

Nella foto, Giulia Innocenzi. Il sito personale all’indirizzo http://giuliainnocenzi.com

-

La crisi mondiale: il danno è che l’hanno creata gli USA, la beffa è che tutti li osannano per risolverla!

di GIULIA INNOCENZI

Sono sul treno, viaggio di ritorno a casa, una sosta di pochi giorni. Prendo in mano la rivista “Flair”: il numero di febbraio è tutto blu, bianco e rosso. No, non è per festeggiare la Francia, bensì gli Stati Uniti: Barack Obama è riuscito addirittura a scomodare la moda, che ora ricerca “first lady elettriche, stile rodeo e West Coast look”. Ma non è solo la moda a guardare gli Stati Uniti, sono tutti a rivolgersi Oltreoceano per cercare una via illuminata per uscire dalla crisi mondiale. Da chi stiamo aspettando la soluzione, proprio da quelli che con i mutui subprime e con la finanza da bolle speculative l’hanno creata ed esportata? Ma dove sono finiti quei bei organismi sovranazionali di una volta? La Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale, se vogliamo mettercelo dentro pure l’Onu, stanno lì solo per succhiare i finanziamenti di quegli stessi stati in crisi? Ma può il mondo pendere dalle speranze di un uomo solo che è appena diventato Presidente Usa e che finora ha dimostrato soltanto una grande capacità oratoria?

GIULIA INNOCENZI

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom