Top

Mondo arabo e Mediterraneo, rassegna stampa settimanale

novembre 29, 2008 di Redazione 

I principali avvenimenti degli ultimi sette giorni apparsi sui maggiori quotidiani on-line. Ogni sabato qui. A cura di Luana Crisarà.

A lato, mappa della Libia

I principali avvenimenti della settimana nel mondo arabo e nell’area mediterranea apparsi sui principali quotidiani on-line.

A cura di Luana Crisarà

Anima News 28 novembre 2008
http://www.animaweb.org/en/actu-detail.php?actu=4787

Società cinese inizia costruzione linea ferroviaria Tripoli – Sirte

Secondo l’agenzia di stampa Jana, la China Railway Construction Corp ha iniziato a costruire una linea ferroviaria di 453 km che collegherà la capitale libica con Sirte. Secondo la Reuters la nuova linea è parte di un piano nazionale per collegare la Libia con le maggiori citta dei Paesi magrebini e africani, come Ciad, Nigeria e Suda

Gulf News 27novembre 2008
http://www.gulfnews.com/news/gulf/saudi_arabia/10262819.html

Arabia Saudita inflessibile sul traffico di esseri umani

E’ stato approvato in Arabia Saudita un progetto di legge che punisce severamente i colpevoli di traffico di esseri umani.

Sana News Agency 27 novembre 2008
http://www.sana.sy/eng/22/2008/11/27/202993.htm

Ministro degli espatriati sottolinea ruolo della comunità siriana in Turchia

Il ministro siriano degli espatriati, Joseph Sweid, ha sottolineato il ruolo della comunità siriana in Turchia per incrementare le relazioni tra i due Paesi. Sweid ha fatto notare anche gli strumenti offerti dal suo Ministero per rafforzare il dialogo tra gli espatriati e la loro terra di origine.

The Jerusalem Post, 26 novembre 2008
http://www.jpost.com/servlet/Satellite?cid=1227702334780&pagename=JPost%2FJPArticle%2FShowFull

Incontro segreto in Egitto per il cessate il fuoco a Gaza

Il direttore del Dipartimento di sicurezza del Ministero della Difesa israeliano, Amos Gilad, ha fatto una visita segreta in Egitto per discutere con rappresentanti locali al fine di ristabilire il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza. Secondo rappresentanti del ministero della Difesa la visita rientra nel quadro del dialogo tra i due Paesi sul tema della sicurezza.

El Paìs 25 novembre 2008
http://www.elpais.com/articulo/internacional/EE/UU/condena/directivos/ONG/tejana/financiar/Hamas/

elpepuintori/20081125elpepuint_5/Tes

Usa condanna 5 dirigenti di una Ong texana perché finanziano Hamas

Cinque dirigenti della Ong islamica Holy Land Foundation, chiusa nel 2001, sono stati dichiarati colpevoli da un tribunale federale statunitense per aver appoggiato economicamente il Movimento di Resistenza palestinese Hamas. In Usa è proibito finanziare i gruppi terroristi dopo l’attentato dell’11 settembre 2001.

Al Jazira 25 novembre 2008
http://www.aljazeera.net/NR/exeres/47D08993-88F3-4CC8-B4D8-F7224362A1A5.htm

Israele mantiene i valichi chiusi mentre peggiora la crisi umanitaria a Gaza

Israele mantiene i valichi di Gaza chiusi da ventuno giorni ormai, mentre la crisi umanitari di circa un milione e mezzo di abitanti dell’area diventa allarmante.

Middle East Online 24 novembre 2008
http://www.middle-east-online.com/?id=70262

La Giordania ricorre ad esperti cinesi per arricchire l’uranio

Giordania e Cina hanno stipulato un accordo di cooperazione per l’uso pacifico dell’energia nucleare. L’accordo prevede la costruzione di un reattore ed una centrale nucleare giordana.

Al Hayat 23 novembre 2008
http://www.alhayat.com/arab_news/levant_news/11-2008/Article-20081122-c5c6bb96-c0a8-10ed-0160-3408143ebf00/story.html

L’anniversario d’indipendenza in Libano rappresenta il ritorno alla normalità

Il 65/mo anniversario d’indipendenza ha assunto in Libano il simbolo del ritorno alla normalità della vita politica. La parata non si era potuta svolgere durante il 2006 a causa dell’inasprimento della crisi politica nel Paese, e nel 2007 quando il partito di opposizione Hezbollah ha preso il controllo del centro della città.

The Tripoli Post 22 novembre 2008
http://www.tripolipost.com/articledetail.asp?c=1&i=2566

Incontro tra rappresentanti di Italia, Malta e Libia su immigrazione clandestina

I ministri degli esteri italiano, libico e maltese si incontreranno il 5 dicembre prossimo a Malta per discutere la questione dell’immigrazione clandestina e la ricerca di petrolio nelle acque comprese tra i tre Paesi. Il ministro degli esteri maltese ha dichiarato che il fallimento dei colloqui potrebbe portare i Paesi interessati a presentare il caso alla Corte Internazionale di Giustizia.

Luana Crisarà

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom